Comunicazione espressiva

Comunicazione
espressiva

Non è parlando che comunichi. No, parlare ha un’altra funzione: parlando ti scarichi. Di fatto, la comunicazione è impossibile per mezzo delle parole


Lao Tze

Cos’è la comunicazione espressiva?

La comunicazione espressiva è una modalità comunicativa che aiuta a manifestare le proprie emozioni, sensazioni, idee, principi, valori, scelte, competenze, in maniera chiara e coinvolgente, attraverso l’uso di tecniche narrative e immaginative proposte da un “art counselor”, anche detto consulente espressivo. Queste rappresentazioni verbali e non verbali, reali e metaforiche, raffigurate e agite, diventano un veicolo fedele attraverso cui riuscire a contattare e a trasmettere, in maniera intellegibile ed emozionale, l’intimità e la verità del proprio mondo interiore. Il risultato è una comunicazione ad alto impatto espressivo che può assumere una grande varietà di forme, più o meno artistiche, a seconda dell’autore, del messaggio, del canale e del contesto comunicativo scelto.

A cosa serve?

La comunicazione espressiva è un insieme di tecniche utili a recuperare, elaborare o sviluppare un messaggio, un tema o un brand, vincolandolo intimamente alla persona e al suo uditorio. Capire e apprezzare, è un fenomeno che coinvolge i nostri sensi e le nostre emozioni prima ancora di stimolare la nostra analisi cognitiva, perché riguarda processi adattivi molto legati all’istinto e all’esperienza. Per rendere una comunicazione espressiva si rende necessario, quindi, lavorare con l’insieme dei registri percettivi, emozionali, cinetici e concettuali che entrano in gioco in tale processo. L’uso sapiente della mediazione artistica permette di accedere e trasformare questi contenuti intimi, razionali e irrazionali, in significati altamente autentici e comunicativi, sia per l’autore che per il suo destinatario, reale o fittizio che sia. Chiunque può sentire la necessità di esprimere a pieno l'”essenza” di quello che è, che fa, che sente o che pensa, condensandolo all’interno di una comunciazione espressiva. Presentare se stessi, potenziare o approfondire un tema, un evento culturale, una strategia di marketing o un corso di fromazione, mille sono gli usi che è possibile farne. 

Come si svolge un incontro?

Gli incontri si adattano moltissimo alle esigenze della situazione. Possono essere individuali, di coppia, di gruppo, collettivi, svolgersi in casa, all’aperto, sul posto di lavoro, in un laboratorio artistico, all’interno di un contest e via dicendo. Potremmo dire che, l’elemento caratterizzante è la creatività e lo stile “accogliente” e “valorizzante” del consulente espressivo.

Dopo un primo incontro esplorativo della richiesta del cliente, viene concordata con il cliente una linea di sviluppo del tema e un preciso iter creativo. Nonostante l’eterogeneità delle forme espressive, il processo è strutturato e si caratterizza per le sue modalità immersive e interattive, sia a livello percettivo, che emotivo e cognitivo. In definitiva, durante il percorso, il contatto tra segno e significato, tra realtà interna ed esterna, si perde per poi ritrovarsi all’interno di nuovi codici estetici, più autentici e significativi.

I mediatori artistici che è possibile utilizzare durante gli incontri di comunicazione espressiva sono potenzialmente infiniti e dipenderanno dalle competenze e dalle esigenze del setting espressivo. I mediatori più utilizzati sono:

FotografiaPoesiaMusica
VideoPitturaVoce
TeatroSculturaDanza
ScritturaFumettoSport

Il servizio di comunicazione espressiva si adatta a diverse esigenze::

  • Laboratori individuali – da un minimo di 3 di incontri, con cadenza da stabilirsi a seconda delle necessità della persona, e con durata di 90 minuti.
  • Laboratori di gruppo – da un minimo di 3 di incontri, con cadenza e durata da definire con la committenza.
  • Eventi aziendali – sessioni di durata e cadenza variabile, da definire con la committenza.

Ultimato il processo di produzione è possibile elaborare ulteriormente l’essenza della comunicazione espressiva,  avvalendosi di una società di post-produzione esterna. Tutto ciò che riguarda il ritocco e il miglioramento della qualità tecnica ed estetica del messaggio ottenuto, infatti, è da considerarsi come un servizio aggiuntivo. Psychopop qualora richiesto, può accompagnare il cliente collaborando con i professionisti del settore individuati.

CONTATTAMI